Vai al contenuto

cose che finiscono

3 marzo 2014

ravegnanicadutaSiccome da solo riesco ad arrivare solo alla fine del IV secolo grazie al buon Rutilio, mi è parso il caso di indagare il V secolo e capire per bene, senza le letture moralizzanti del classico Gibbon, le ragioni della Caduta dell’Impero Romano, grazie all’agile libretto di Giorgio Ravegnani.

Purtroppo la lettura si riduce ad una rapida carrellata di nomi (in cui mi sembra avere un qualche ruolo Galla Placidia, alla quale collego solo la parola ‘mausoleo’, ma sarà da approfondire) e di date, con una valanga di popolazioni barbariche dai nomi tutti simili ed un collasso militare che non pare avere pari nella storia, mentre ad Oriente (l’autore è tra l’altro un espertone di cose bizantine) pare se ne freghino allegramente, impegnati probabilmente a fare centoni omerici.

Quello che già sapevo è che da allora l’ ‘italia’ c’avrebbe messo più di mille anni a ritrovare una vaga coesione territoriale…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: