Vai al contenuto

l’amore, la vita e le vacche

26 dicembre 2012

31mHNRT+lIL._SL500_AA300_A me la storia di Archiloco che va al mercato per vendere una vacca, incontra delle donnine, le prende a parolacce, quelle ridono, la vacca scompare, le donne pure, Archiloco trova una lira (l’amabile dono delle Muse!), il padre Telesicle si incacchia non poco ma poi va a Delfi (con Licambe!) e torna tutto sereno è sempre parsa enormemente affascinante (se ne parlava, e lungamente, qua).

Il miglior testo italiano sul tema è certamente il voluminoso La lira, la vacca e le donne insolenti di Massimiliano Ornaghi, anche se è spesso azzardato e non sempre limpidissimo (è anche indeciso sull’accento acuto o circonflesso di skòmmata, nota per il correttore di bozze).

Il lavoro si apre con un ricco ed utilissimo repertorio delle testimonianze letterarie ed epigrafiche sul bios del poeta per poi entrare nel vivo e sostenere quella che mi sembra essere la tesi principale del lavoro, cioè una sorta di “rilocalizzazione” del culto di Archiloco dall’orginale ambito demetriaco all’area apollineo-delfica, operata per ragioni propagandistiche probabilmente al tempo di Milziade e Cimone e messa in pratica nell’iscrizione di Mnesiepe (l’incontro con le Muse apollinee), dove però si troverebbero, fra le righe, riferimenti al culto di Demetra (la vacca di Archiloco sarebbe trasfigurazione di un sacrificio alla Terra, i “lavori” da cui provengono le donne sarebbero le tesmoforie, le Pietre lisce dove avviene l’incontro sarebbero tipiche di un luogo consacrato a divinità ctonie etc. ).

Questi primi due capitoli sono la parte migliore del lavoro (non sempre condivisibile, comunque; sulla lettura di Mnesiepe la penso diversamente) che poi diventa un po’ troppo forzato nel cercare di mettere in relazione la ricezione della poesia di Archiloco nel V secolo con la propaganda di Cimone a Delfi via il dipinto di Polignoto sulla Lesche dei Cnidi in cui appare il nonno (o bisnonno) del poeta, Tellis, e lì mi sono un po’ perso.

Ciò non toglie che questa sia una preziosa aggiunta alla bibliografia su Archiloco, eh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: