Vai al contenuto

#ponygate

15 ottobre 2017

91kV4B7EjfLPoco più di tre anni separano il precedente libro di Hillary Clinton (Hard choices, dedicato al suo lavoro come Segretario di Stato) dal nuovo What happened, una sorta di post mortem della campagna elettorale che lo scorso novembre ha portato Donald Trump alla Casa Bianca.

Sono stati tre anni sofferti ed in libro ha certamente una nota polemica, per quanto non manchino passi in cui Clinton riconosce le proprie responsabilità in una sconfitta forse imprevedibile e di certo imprevista.

Le pagine più interessanti non sono tanto quelle intimiste che fanno molto campagna elettorale (spoiler: Hillary era molto legata alla madre, ha perdonato il marito, vuole bene alla figlia ed adora i nipotini) e neanche quelle in cui si scoprono inattese letture (Elena Ferrante!), quanto quelle che riflettono sugli aspetti mediatici della scorsa campagna elettorale (“attempting to define reality is a core feature of authoritarianism“) e sulle sempre inquietanti vicende di interventi russi nel processo democratico di un altro paese, cosa di cui Hillary è stata la vittima più illustre, ma né la prima né l’ultima…

2 commenti leave one →
  1. 15 ottobre 2017 6:10 PM

    Si dice in giro che Clinton marito non abbia apprezzato!! E sulla lettura della Ferrante lasciamo stare sennò divento una lettrice snob

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: