Vai al contenuto

einS und zwei

7 novembre 2011

Per i vent’anni di Achtung Baby (se ne parlava qua) l’ultimo numero del mensile inglese Q arriva con annesso cd, in cui dodici artisti riprendono le dodici canzoni dell’album degli U2.

Gli ascolti doverosi sono il remix di Even better than the real thing ad opera di Jacques Lu Cont, i Depeche Mode che rifanno So cruel (loro stessi notano che mentre incidevano Songs of faith and devotion stavano facendo il contrario di quanto facevano gli U2, passando dall’elettronica al rock – e questa So cruel non avrebbe stonato in Songs), i Garbage che fanno Who’s gonna ride your wild horses (i Garbage! Stanno davvero tornando!), la sempre splendida Patti Smith alla prese con Until the end of the world ed una spettacolare versione di One ad opera di Damien Rice, che cambia il testo in prima persona, rendendolo, se possibile, ancora più pregnante.

Poi ci sono anche i Killers, i Nine Inch Nails e altri. Si possono sentire tutti qua.

3 commenti leave one →
  1. 8 novembre 2011 10:44 AM

    eins!, ein è l’articolo indeterminativo, non il numerale…

    "Mi piace"

  2. 8 novembre 2011 11:07 AM

    Hai ragione, dannato germanista ;-)!

    ps
    “germanista” vuole essere offensivo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: