Vai al contenuto

oh my god! I’m gentile!

10 giugno 2015

51B7DYNuhELGiunto alla quinta stagione di Curb your enthusiasm (qui la quarta) sono giunto a due conclusioni: 1) è sempre un capolavoro e 2) la serie si basa interamente sul fatto che Larry David non ha nulla da fare tutto il giorno ed ha quindi il tempo di riflettere su cose su cui non riflette nessuno (tipo l’esistenza della fatina dei denti o se si debba rispondere al telefono se suona quando si sta facendo sesso), mentre le persone normali hanno, chessò, un lavoro.

Ad inizio stagione, comunque, Larry rischia di annegare e l’esperienza lo porta ad inattese svolte misticheggianti (medita di passare al cristianesimo, se solo Gesù fosse una ragazza), alla ricerca delle proprie origini (si convince di essere adottato ed assume un investigatore privato per scoprire la verità), a scelte generose (tipo donare un rene ad un amico e spacciarsi per un ebreo ortodosso) e soprattutto a giocare a bingo (con risultati notevolissimi).

Ed alla fine, in una curiosa esperienza post-mortem, scopre che le sue guide spirituali sono Dustin Hoffman e Sacha Baron Cohen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: