Vai al contenuto

amore e guerra

7 ottobre 2021

Senza entrare nel dibattito sulla cancel culture, è un dato di fatto che gli ultimi anni per Woody Allen non siano stati serenissimi, a partire da quando sono riemerse le accuse di molestie su una figlia adottiva di Mia Farrow (direi come indiretta conseguenza della meritatissima fama di Ronan Farrow), accuse che – va detto – lo hanno visto prosciolto a suo tempo, prima che si arrivasse ad un qualche processo.

E’ dunque difficile non coltivare una certa morbosità nel leggere la sua autobiografia, A proposito di niente (La nave di Teseo, 2020), nella quale dedica comprensibilmente un ampio spazio alla vicenda, offrendo un ritratto poco lusinghiero di Mia Farrow e della sua famiglia un filino disfunzionale, alternandolo con l’umorismo a cui ci ha abituato (e che, per quanto brillante, risulta un po’ datato) ed osservazioni varie sulla sua amplissima filmografia, alla quale dedica però meno spazio di quanto sarebbe interessante leggere.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: