Vai al contenuto

if I had a hammer

5 aprile 2021

Ennesima prova delle difficoltà di Nietzsche a organizzare il proprio pensiero, il Crepuscolo degli idoli (1888, ma ora in più recente traduzione e commento) mi pare la summa del suo nichilismo, rivolto in modo particolare – ma non se ne sorprenderà nessuno – al cristianesimo ed alla filosofica socratico-platonica (“strumenti della dissoluzione greca, pseudogreci, antigreci“, p. 50, con vivace climax).

Dato il contesto di persona non serenissima, sorprende certamente il senso dell’umorismo (“il felice esito di un’impresa non procura assolutamente nessun sentimento gradevole a un ipocondriaco – o a un Pascal“, p. 70) e la lucida razionalità della sezione I quattro grandi errori (che sono poi la confusione causa/conseguenza, la falsa causalità, la cause immaginarie e l’errore della volontà libera), che, con qualche eccesso, sarebbero comunque una bussola sicura anche nella società postmoderna, a conferma della chiara permanenza del pensiero nietzschano nella filosofica contemporanea.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: