Vai al contenuto

sotto la cenere

25 dicembre 2020

Si può tornare a Pompei anche con un agile saggio (che mi pare dovuto più alla penna di Luciana Jacobelli che di Eva Cantarella, comunque co-autrice, anche se spesso copiaeincolla cose dai suoi altri lavori – non mi è chiaro ad esempio cosa c’entri Sulpicia, di cui parla alle pp. 131-135, che nulla aveva a che fare con la cittadina campana, per dire).

Pompei è viva (Feltrinelli, 2013) è dunque una sorta di guida archeologica della città distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 dC, di cui si racconta la storia (ne ignoravo ad esempio i precedenti sillani) e lo sviluppo, ricostruendone poi la quotidianità, grazie agli incredibili reperti archeologici che continua ad offrirci (anche recentemente), malgrado beghe amministrative, scarsezza di personale e frequenti incurie.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: