Vai al contenuto

vulcans in love

3 agosto 2020

Scomparsa lo scorso dicembre, Dorothy C. Fontana fu una storica collaboratrice del creatore di Star Trek, Gene Roddenberry, nonché autrice – ai tempi in cui pareva inopportuno che una donna scrivesse di fantascienza, per cui si doveva firmare ambiguamente D. C. Fontana – di alcuni episodi della serie classica (Journey to Babel, fra tutti).

Diventata ipso facto esperta dei Vulcaniani, nel 1989 scrisse Vulcan’s glory (poi ripubblicato nel 2006, per il quarantennale di ST), un breve romanzo ambientato ai tempi della prima missione di Spock a bordo dell’Enterprise comandata da Christopher Pike (ora oggetto di un’annunciata nuova serie, Star Trek – Strange new worlds), in cui i nostri eroi sono sulle tracce di un’antichissima pietra considerata sacra dai Vulcaniani ma nella quale scopriamo il primo amore di Spock (mentre un giovane Scotty produce whiskey di contrabbando, va detto).

Malgrado alcune contraddizioni con lo ST canonico che sarebbe venuto dopo, Vulcan’s glory conferma quello che oggi pare ovvio, cioè che le donne sanno benissimo scrivere di fantascienza. Anche grazie a figure come D. C. Fontana.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: