Vai al contenuto

je me suis reconnu poète

24 luglio 2020

Nel maggio del 1871 Rimbaud non ha neanche 17 anni, non ha ancora conosciuto Paul Verlaine e non ha ancora scritto Une saison en l’enfer ma in due brevi lettere – che contengono alcuni versi – mette giù quello che probabilmente avrebbe lui stesso orrore a definire un ‘manifesto di poetica’ ma che in pratica lo è, e la cui eco sarebbe risuonata a lungo nella poesia novecentesca, con trent’anni di anticipo.

Le sofferenze sono enormi, ma bisogna essere forti, essere nati poeti, e io mi sono riconosciuto poeta. E’ falso dire: Io penso: si dovrebbe dire mi si pensa. IO è un altro.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: