Vai al contenuto

no, Luke, I’ve never held anyone prisoner before

27 aprile 2020

MV5BYTYwMWRjNmYtMzAyNy00OTJkLWI1ZjktNTQ1OTM1ODYxNDY2XkEyXkFqcGdeQXVyMTkxNjUyNQ@@._V1_UX182_CR0,0,182,268_AL_L’idea di base di The society è che ca. 200 liceali di una cittadina del Connecticut si ritrovano improvvisamente isolati dal resto del mondo, con tutti gli altri abitanti scomparsi nel nulla ed invalicabili foreste tutto intorno.

Mentre in The 100 bastavano dieci minuti perché diventasse immediatamente Il signore delle Mosche, questi si impegnano a mantenere una parvenza di normalità, con tanto di sistema giudiziario, istituzioni borghesi e prom di fine anno, anche se poi le dinamiche tardo-adolescenziali cominciano a riemergere ed il sottile equilibrio creato (pare un kibbutz)  è continuamente messo a rischio dallo psicopatico di turno.

A tratti procede un po’ lentamente, ma le continue allusioni alla realtà (populismi sfrenati, derive autoritarie e cose del genere) ne rendono la visione intrigante, anche oltre i confini del teen-drama che superficialmente pare essere.

In attesa della seconda stagione, comunque…

One Comment leave one →

Trackbacks

  1. 100, e 7 | cheremone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: