Vai al contenuto

you thought I wouldn’t sell without you

4 aprile 2020

81FujMb4n5L._AC_SL1412_Pare che Unbreakable Kimmy Schmidt, co-creata dalla sempre bravissima Tina Fey, sia stata originariamente offerta ai network tradizionali, per poi invece essere prodotta da Netflix, dove ha finito con l’avere quattro trionfali stagioni (quest’anno dovrebbe esserci uno speciale celebrativo ma chissà se torneremo mai alla normalità…).

La serie – comica eh, malgrado le premesse – verte su una fanciulla che torna alla vita normale dopo essere stata per quindici anni in un bunker, assieme ad altre tre donne, prigioniera di un sedicente ministro religioso e che si deve ora riadattare alla New York del nuovo millennio, contornata da personaggi un filino sopra le righe, fra cui il mio mito Jacqueline, che è la vera survivor della serie:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: