Vai al contenuto

the stars look very different today

4 marzo 2019

81KlgRgRnFL._SL1500_La premessa principale di The 100 era ‘gruppo di tardo-adolescenti torna sulla terra post-apocalissi nucleare’ ed era già un po’ debole di suo, con un cast di quasi trentenni.

Il  successo della serie (qua eravamo alla quarta stagione) nel corso degli anni ha portato a rendere sempre più implausibile l’età degli attori rispetto a quella dei personaggi (e Bellamy ha messo su pancetta) e così la quinta stagione inizia con l’odioso stratagemma narrativo del sei anni dopo.

Sulla terra è rimasta praticamente solo Clarke, raggiunta da un variegato gruppo di ergastolani messi a suo tempo in orbita (sarà il nuovo sviluppo delle prigioni private, temo), per poi comunque ricongiungersi con l’allegra brigata. La convivenza pare talmente ardua che non ci provano neanche, e nel giro di 10 minuti siamo in piena guerra civile stile Hunger Games, con Octavia che ormai crede di essere Tina Turner in Mad Max III ed una crescente disattenzione da parte mia (non sufficiente per impedirmi di notare che ad un certo punto parlano latino, che fa molto ‘arcano’ per il pubblico anglofono, evidentemente).

La stagione si chiude con un inatteso centoventicinque anni dopo ed un brusco cambio di scenografia, che fa ben sperare per la sesta stagione, che partirà a fine aprile…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: