Vai al contenuto

‘annette’

9 novembre 2018

410TJKx7eOL._SS500Citando l’antologia di qualche anno fa, pensavo di aver messo fine alla discografia degli Yazoo, chiaramente non prevedendo l’uscita del recente Four pieces (Three piecese, se optate per i cd anziché per i vinili) che riesce a tirar fuori (da un gruppo che, ricordiamo, ha fatto solo due album e si è sciolto qualche settimana prima che il secondo – You & me both – uscisse) delle registrazioni inedite.

Il titolo di questo nuovo box set – pensato originariamente solo in vinile – è legato ai quattro dischi che comprende, cioè la seconda rimasterizzazione dei loro due album, un disco di remix (di cui una completamente inedita versione di Winter kills) e – cosa più preziosa – due sessioni radiofoniche del 1982.

Vere meteore, gli Yazoo hanno lasciato qualche brano memorabile (Only you, Don’t go, Situation) e ci hanno fatto conoscere la meravigliosa voce di Alison Moyet, oltre ad aver confermato che Vince Clark è un genio, per cui Four piecese è comunque essenziale.

In tutta questa rivalutazione degli anni ’80, giova ricordarne anche i momenti bui, come il fatto che in Italia uno come Carlo Massarini fosse ritenuto ‘competente’. Qua sotto, non coglie l’imbarazzo di Alison Moyet che – a duo sciolto – fa promozione da sola e ne sbaglia pure il nome, chiamandola ‘Annette’:

La canzone, Nobody’s diary, è un capolavoro, eh.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: