Vai al contenuto

agnicellum habuit Maria

31 luglio 2018

91Vol5IcojLPare che, in ambito anglosassone, l’attribuzione ad una certa Mamma Oca di ninnananne e filastrocche per bambini risalga alla fine del ‘700, a partire da una raccolta di favole di Charles Perrault e da allora in poi il personaggio è rimasto sinonimico di tale genere letterario.

Poteva ciò sfuggire a qualche latinista del Kentucky? Ovviamente no, per cui Milena MinkovaTerence Tunberg hanno qualche tempo fa pubblicato Mater Anserina (Focus Publishing, 2007) che presenta (col testo a fronte in inglese) una trentina di filastrocche tradotte in latino, in una metrica accentuativa che richiama il ritmo dell’originale inglese (sì, c’è un cd allegato con l’audio delle poesiole).

Il tutto è graziosissimo, anche se poche delle melodie risulteranno familiari al lettore italiano, e qualche testo inoltre può essere utile per ripassare, chessò, i gerundivi, come Circa morum illam (che sarebbe Here we go ‘round the mulberry bush), in cui si ricordano le faccende da sbrigare per ogni giorno della settimana (sic sunt lavandae vestes hic / tam mane Lunae die, ferro premenda lintea sunt / tam mane Martis die etc.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: