Vai al contenuto

games people play

23 luglio 2018

GeraldsGameFilmUna situazione relativamente frequente nei migliori romanzi di Stephen King è quella in cui rimaniamo da soli per pagine e pagine con un personaggio in qualche modo ‘incastrato’ in una situazione senza via d’uscita e non ci annoiamo, anzi l’autore dà la miglior prova di sé proprio nella capacità di prolungare per interi capitoli quello che si riassumerebbe in poche battute, tipo ‘tizia chiusa in macchina con cane rabbioso fuori’ (Cujo, 1981) o ‘scrittore a letto con la gamba rotta’ (Misery, 1987).

Alla categoria ‘donna ammanettata al letto con marito morto a fianco’ appartiene Il gioco di Gerald (1992) che lessi a suo tempo e di cui ora ho visto il recente omonimo film (Netflix, 2017).

Interpretato da una bravissima Carla Gugino, ne è discreto adattamento cinematografico ma risulta un po’ troppo ‘concentrato’ rispetto all’ampio respiro del romanzo che invece aveva il pregio di non sembrar finire mai…

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: