Skip to content

cherchez le ridicule en tout, vous le trouverez

5 luglio 2018

71TxZdkanfL._SL1200_Ad un certo punto i Cure avevano iniziato a ripubblicare in nuove edizioni con rarità et similia tutti i loro album ma si erano fermati a Disintegration del 1989 (ne parlavamo qua), senza che questo portasse alla pubblicazione di qualcosa di nuovo (il loro ultimo album di studio ha ormai dieci anni), per quanto abbiano continuato ad esibirsi dal vivo (tipo a Roma, un paio d’anni fa).

Nuovi spunti creativi hanno però portato Robert Smith a rimettere mano a Mixed up, il curioso album di remix che pubblicarono nel ’90 con risultati ora discutibili (In-between days) ora più interessanti (il dub di Pictures of you, l’allora inedita Never enough, la sempre onirica A forest, una spettacolare The walk), album da poco ripubblicato su triplo cd.

Il nuovo Mixed up è una sorpresa continua: il primo cd è una rimasterizzazione dell’originale, il secondo cd raccoglie un po’ di remix rari di cui si erano perse le tracce mentre il terzo raccoglie nuovi remix (ad opera dello stesso RS) di loro canzoni, una per album in ordine cronologico (si inizia con Three imaginary boys dal loro debutto del 1979 e si chiude con It’s over da 4:13), fra le quali spiccano la sempre meravigliosa From the edge of the deep green sea, la poco frequentata The drowning man e la scandalosamente trascurata Cut here che resta un capolavoro – qua sotto la versione originale:

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: