Vai al contenuto

maturità 2018 – 2

21 giugno 2018

Dopo Italiano di ieri, in cui erano capitati oggettivamente dei bei temi, i ggiovani saranno rimasti alquanto turbati dal passo di Aristotele proposto come ‘versione’ (ho recentemente appurato che la versione in realtà è la traduzione effettiva, il brano in lingua originale non è una ‘versione’, al massimo è un vertendum, cioè una cosa da tradurre: l’anno prossimo assegnerò un sacco di vertenda, quindi), in quanto non è autore frequentatissimo in lingua (pace Marcolongo) e l’ultima volta che è capitato è stato un delirio oscuro e contorto (con divertenti propaggini scatologiche).

Questa mattina è quindi apparso un brano tratto dall’Etica Nicomachea (1155a, inizio del l. VIII) in cui si parla di ‘amicizia’ nel senso greco-romano un più ampio del nostro. Ecco la mia traduzione di servizio, con osservazioni sparse:

Μετὰ δὲ ταῦτα περὶ φιλίας ἕποιτ’ ἂν διελθεῖν· ἔστι γὰρ ἀρετή τις ἢ μετ’ ἀρετῆς, ἔτι δ’ ἀναγκαιότατον εἰς τὸν βίον.

Dopo tali cose, si dovrebbe proseguire col parlare dell’amicizia: è infatti una virtù o comunque è legata alla virtù, ed ancora è un bene strettamente necessario per la vita. C’è un po’ da spararsi su ἕποιτ’ ἂν che non viene mica da ‘dire’ ma da ‘seguire’

Ἄνευ γὰρ φίλων οὐδεὶς ἕλοιτ’ ἂν ζῆν, ἔχων τὰ λοιπὰ ἀγαθὰ πάντα·

Infatti nessuno vorrebbe vivere senza amici, pur avendo tutti gli altri beni: carini l’ottativo aoristo (ἕλοιτ’ ἂν) nel senso medio di ‘preferire’ e non attivo di ‘prendere’ ed anche il valore concessivo del participio ἔχων, deducibile solo dal contesto.

καὶ γὰρ πλουτοῦσι καὶ ἀρχὰς καὶ δυναστείας κεκτημένοις δοκεῖ φίλων μάλιστ’ εἶναι χρεία·

Ed infatti sembra che ci sia particolare bisogno di amici per i ricchi e per quelli che ricoprono cariche o hanno potere

τί γὰρ ὄφελος τῆς τοιαύτης εὐετηρίας ἀφαιρεθείσης εὐεργεσίας, ἣ γίγνεται μάλιστα καὶ ἐπαινετωτάτη πρὸς φίλους; ἢ πῶς ἂν τηρηθείη καὶ σῴζοιτ’ ἄνευ φίλων; ὅσῳ γὰρ πλείων, τοσούτῳ ἐπισφαλεστέρα.

Infatti che valore avrebbe tale prosperità economica se priva di occasioni di generosità (grazioso genitivo assoluto, il cui soggetto è l’εὐεργεσία, cioè la possibilità di fare buone azioni – l’evergetismo, se vogliamo farci del male), che (= la suddetta benevolenza) si verifica principalmente ed è particolarmente apprezzata nei confronti degli amici? o come potrebbe essere mantenuta e salvaguardata senza amici? infatti più è grande, più è precaria

Ἐν πενίᾳ τε καὶ ταῖς λοιπαῖς δυστυχίαις μόνην οἴονται καταφυγὴν εἶναι τοὺς φίλους.

Dopo aver in pratica detto che gli amici ai ricchi servono per fare bella figura, dice che l’amicizia è un bene anche per i poveri: nella povertà e nelle altre sventure dicono che l’unico rifugio siano proprio gli amici. Difficile? Ci aspetta di peggio:

Καὶ νέοις δὲ πρὸς τὸ ἀναμάρτητον καὶ πρεσβυτέροις πρὸς θεραπείαν καὶ τὸ ἐλλεῖπον τῆς πράξεως δι’ ἀσθένειαν βοηθείας, τοῖς τ’ ἐν ἀκμῇ πρὸς τὰς καλὰς πράξεις· “σύν τε δύ’ ἐρχομένω·” καὶ γὰρ νοῆσαι καὶ πρᾶξαι δυνατώτεροι.

Qui in pratica dice che l’amicizia è un bene tanto per i giovani quanto per i vecchi e per chi è all’apice delle forze, in quanto si sta meglio in due che da soli (curiosa eco di un brano biblico: Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. Infatti, se vengono a cadere, l’uno rialza l’altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi. Inoltre, se due dormono insieme, si possono riscaldare; ma uno solo come fa a riscaldarsi? Se uno aggredisce, in due gli possono resistere e una corda a tre capi non si rompe tanto presto – Qoelet 4 1-12), solo che lo dice difficile: E l’amicizia serve ai giovani per evitare di commettere errori ed agli anziani per curarsi e completare le azioni a causa della mancanza di forze, e a quelli che sono in pieno rigoglio per compiere imprese illustri: “quando due camminano insieme” (qui non solo abbiamo un DUALE, ma pure  l’uso avverbiale di σύν, che non desta stupore se uno si rende conto che è citazione omerica, da Il. X 224): ed infatti sono più forti nel pensare e nell’agire (yeah, infiniti di limitazione). Mica è finita, eh:

Φύσει τ’ ἐνυπάρχειν ἔοικε πρὸς τὸ γεγεννημένον τῷ γεννήσαντι καὶ πρὸς τὸ γεννῆσαν τῷ γεννηθέντι, οὐ μόνον ἐν ἀνθρώποις ἀλλὰ καὶ ἐν ὄρνισι καὶ τοῖς πλείστοις τῶν ζῴων, καὶ τοῖς ὁμοεθνέσι πρὸς ἄλληλα, καὶ μάλιστα τοῖς ἀνθρώποις, ὅθεν τοὺς φιλανθρώπους ἐπαινοῦμεν

E sembra esserci per natura (Φύσει) un legame fra il generato ed il generatore e fra il generatore ed il generato, non solo fra gli esseri umani ma anche fra gli uccelli e la maggior parte degli animali e fra quelli della stessa specie verso i loro simili – ed in modo particolare fra gli uomini, per cui lodiamo quelli che amano le altre persone

Ἴδοι δ’ ἄν τις καὶ ἐν ταῖς πλάναις ὡς οἰκεῖον ἅπας ἄνθρωπος ἀνθρώπῳ καὶ φίλον.

Ed anche nei viaggi uno potrebbe osservare come ogni uomo si comporta in maniera familiare ed amichevole verso l’altro. La chiusa è poi di carattere politico:

Ἔοικε δὲ καὶ τὰς πόλεις συνέχειν ἡ φιλία, καὶ οἱ νομοθέται μᾶλλον περὶ αὐτὴν σπουδάζειν ἢ τὴν δικαιοσύνην· ἡ γὰρ ὁμόνοια ὅμοιόν τι τῇ φιλίᾳ ἔοικεν εἶναι, ταύτης δὲ μάλιστ’ ἐφίενται καὶ τὴν στάσιν ἔχθραν οὖσαν μάλιστα ἐξελαύνουσιν.

Pare che l’amicizia tenga insieme anche le città, ed i legislatori paiono occuparsi più di questa che della giustizia; infatti la concordia pare essere in qualche modo simile all’amicizia, e promuovono maggiormente questa, mentre respingono la discordia civile, che è una sorte di inimicizia.

Brano oggettivamente difficile e non solo se paragonato all’elementare Seneca dell’anno scorso.

 

Per finire, vediamo un po’ che ne dicono altri, cosa che riserva sempre sorprese: qui la vecchia traduzione inglese di Rackham, qui quella de Il post, qui quella di una collega di Tivoli.

Spettacolare Il fatto quotidiano che, come quando gli studenti trovano la versione su internet e la copiano paro pare senza controllare, traduce pure il seguito del brano: #giornalismo.

PS: più tardi ci cimentiamo colla prova del Liceo Classico Europeo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: