Vai al contenuto

il futuro non esiste

13 aprile 2018

41GaI-6VBRLForse dimenticata nel turbine di vittime di una delle più grandi tragedie del XXI secolo, la storia di Samia Yusuf Omar è spledidamente raccontata in un libro che mi ero perso ma che ho pensato di recuperare e di far leggere ai fanciulli di un primo superiore, all’interno di una collaborazione col Centro Astalli sul tema dei rifugiati.

In attesa di vedere che effetto ha avuto sugli alunni (devono consegnare un lavoro un po’ creativo tra un paio di settimane) Non dirmi che hai paura di Giuseppe Catozzella è lettura tanto scorrevole quanto profondamente dolorosa, che si immagina raccontata in prima persona da Samia stessa, con un’appropriazione che nasce – come spiega in postfazione l’autore – dal contatto diretto con la sorella della ragazza (rifugiata in Finlandia) e dalle ricerche da lui svolte fino alla tragica conclusione di una vita spezzata da una corda non afferrata nelle onde di un mare che di nostrum – se per nostro si intende ‘umano’ – ha ben poco…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: