Vai al contenuto

cinismi contemporanei

29 dicembre 2017

9788806222734_0_0_300_75Ho con piacere scoperto Roberta De Monticelli in letture poco allegre (tipo questa) ed ho conseguentemente affrontato il suo Al di qua del bene e del male, chiaramente anti-nietzchiano nel titolo e negli intenti, a difesa di un ‘bene’ assoluto e di un’etica condivisa, ma evidentemente è uno di quei libri che bisogna leggere nel momento giusto per poterli apprezzare veramente.

Cosa che non mi è successa, malgrado abbia apprezzato le sempre ben volute frecciate a Diego Fusaro (uno che pensa e scrive frasi come “obbligo vaccinale fa rima con interesse multinazionale” si merita osservazioni come quella di @aliossandro: “Anche Fusaro fa rima con cazzaro a onor del vero“) o la conferma popperiana che tutta la filosofia occidentale è una postilla a Platone (o, meglio, alla centralità etica di Socrate), in quanto il libro mi è parso pesante e prolisso.

Si vorrebbero certamente salvare le conclusioni in cui l’autrice espone le sue tesi su un’assiologia fenomenologica, a partire dalla doverosa attenzione alla distinzione lessicale tra benivalori (la famiglia è un valore? Ma anche no, casomai è un bene e solo se luogo di promozione di valori positivi), solo che ci si capisce poco o si richiede più attenzione di quanto abbia voluto/potuto dedicargli…

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: