Vai al contenuto

condannati a costeggiare l’orlo dell’eternità senza mai fare il tuffo definitivo nell’abisso

12 novembre 2017

9788804097785_0_0_300_75Dovrei aver letto qualcosa di Edgar Allan Poe da piccolo ma me ne restava solo un vago ricordo di qualcosa di assai notevole, per cui è stato un piacere riprendere in mano l’antologia pubblicata dai Meridiani e riscoprirne i Racconti.

Sono pagine notevolissime, sia quando si muovono nel fantastico (Metzengerstein è una terrificante storia di metempsicosi) sia quando sono in bilico tra incubo e realtà (il bellissimo Manoscritto trovato in una bottiglia) ed alcuni racconti particolarmente celebri riaffiorano dal tempo in cui li lessi la prima volta, come La rovina della casa degli UsherIl pozzo e il pendoloIl cuore rivelatore, Il seppellimento prematuro, e non mancano pagine più leggere (Quattro chiacchiere con una mummia giunge ad esiti differenti, per dire, dal Dialogo di Federico Ruysch e delle sue mummie di Leopardi), a conferma che fosse davvero un grande scrittore…

3 commenti leave one →
  1. 15 novembre 2017 1:31 PM

    Hai mai letto qualcosa di Howard Phillips Lovecraft? Ha degnamente raccolto l’eredità di Poe e scritto svariati racconti in bilico tra l’horror e la fantascienza, misteriosi e inquietanti.

    "Mi piace"

Trackbacks

  1. darkness there and nothing more | cheremone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: