Vai al contenuto

I’ve had my share, I’ll help you with the pain

24 ottobre 2017

9788815266415_0_0_300_75Bowie (il Mulino, 2016) di Simon Critchley mi è arrivato negli stessi giorni in cui sto ascoltando il box set dedicato agli anni 1977-1982 della sua storia musicale, A new career in a new town, che raccoglie la trilogia berlinese (con un nuovo mix di Lodger ad opera di Tony Visconti), il disco dal vivo Stage (in due diverse versioni), Scary monsters (1980) ed un disco di rarità e brani sparsi, e che mi permette finalmente di possedere la versione francese di Heroes che mi mancava:

Il libro è un’appassionata (e dotta, considerati gli interessi filosofici dell’autore) dichiarazione d’amore ad un artista eccezionale, che ha messo in discussione sempre tutto, a partire da se stesso (don’t believe in yourself / don’t deceive with belief), intervallata dalle tappe della vita dell’autore, di cui Bowie ha costituito il 95% della colonna sonora, anche nei momenti meno riusciti (Never let me down è definito ‘esecrabile’, i Tin Machine una ‘martellante rockaggine macho’).

Per ogni giorno c’è una canzone giusta di David Bowie, ed oggi mi pare essere Life on Mars, accompagnata solo da un pianoforte:

 

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: