Vai al contenuto

americani sunt romani novi

28 settembre 2017

51q8UezpTMLSempre dalle parti del Comprehensibile ImputIter mirabile Dennis et Debrae di Christopher Buczek è un vivace racconto in cui, grazie ad una macchina del tempo (machina mirabilis quae iter per tempus facere potest) un fanciullo di New York (Novum Eboracum) finisce nella Roma antica, incontra Giulio Cesare e lo porta in America ad incontrare il Presidente degli Stati Uniti (chiaramente pre-Trump, visto che est vir magnae virtutis).

Il vocabolario è essenziale (sono meno di 250 parole, con qualche comprensibile concessione ai neologismi – autoraeda è l’automobile, iussibulum è il telecomando), la sintassi scorrevole (ci sono un paio di punti in cui avrei scritto diversamente ma niente di tragico) e si basa in realtà su un lavoro degli studenti di I anno dell’autore, cosa che lo rende ancora più apprezzabile.

One Comment leave one →

Trackbacks

  1. ut puella | cheremone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: