Vai al contenuto

gli arcade fire sono sopravvalutati

4 settembre 2017

5051891087019_0_0_300_75Strano incrocio fra Robert Smith, Alice Cooper ed Ozzy Osbourne, lo Sean Penn di This must be the place (regia di Paolo Sorrentino, 2011) interpreta la parte di una rock star decaduta (di quelli che da ggiovani chiamavano dark, ma in realtà si dice goth), ritiratasi dalle scene in seguito al suicidio di due suoi fan e trasferitosi in una decadente villa dalle parte di Dublino.

Raggiunto dalla notizia della morte del padre, parte per New York e scopre, dalla lettura del suo diario, delle vessazioni subite dal padre stesso ad Auschwitz ed inizia quindi un curioso road trip per gli Stati Uniti alla ricerca del criminale nazista ricordato nel diario.

Il tutto offre momenti di grande cinema, ma è più surreale che altro:

(il che è un bene)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: