Skip to content

appendix homerica

7 giugno 2017

919jvFLM+1L._SY500_Nel caso vi chiediate a cosa possa portate una laurea in lettere classiche, immagino non vi venga in mente l’ipotesi di finire a fare lo sceneggiatore di Prison Break, mancando chiaramente di fantasia.

Dopo una spettacolare prima stagione, dopo una seconda stagione così così e dopo due ultime stagioni disastrose oltre ogni limite, la serie pareva aver trovato una decente conclusione, nella quale Michael si sacrificava per salvare moglie e figlio; questo finché alla FOX non hanno pensato di far risorgere il tutto con una quinta stagione, da poco terminata, in cui salta fuori, ovviamente, che Michael non è morto.

E qui le cose trasudano di richiami omerici, perché Michael ha assunto come pseudonimo Kaniel Outis (‘outis‘ vuol dire ‘nessuno‘ in greco, che è il nome che Odisseo dice di avere a Polifemo nel celebre episodio di Od. IX), è finito in un carcere yemenita  (!) chiamato Ogygia (come l’isola in cui Calipso trattiene Odisseo per sette anni) e cerca di tornare a casa (che è ovviamente una cittadina nello stato di New YorkIthaca).

A questo punto è inutile dire che la causa di tutti i mali di Michael/Outis/Odisseo si chiama davvero Poseidone

E, purtroppo, direi che i richiami classici sono l’unica cosa interessante di una vicenda più pointless del solito (e Prison break ci aveva abituati a tutto), che ci si poteva serenamente risparmiare…

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: