Skip to content

maximus matthaeo suo salutem dat

19 maggio 2017

9788868436438_0_0_300_80Non che l’idea di “lettera aperta” sia una novità, ma la breve – e comunque intensa – Lettera a Matteo Renzi scritta da Massimo L. Salvadori (lo storico di chiara fama, sul quale più o meno tutti hanno studiato da piccoli) qualche settimana prima delle recenti ‘primarie‘ che poi Renzi ha vinto, ha anche il pregio di offrire uno sguardo retrospettivo sull’ultimo ventennio di politica italiana.

Dopo la lettera (scritta da un sostenitore non della prima ora), in cui essenzialmente, si invita a guardare avanti senza dimenticare gli errori – parecchi – commessi, c’è infatti una ricca appendice che racconta come si è arrivati ad oggi (e così ci sono un sacco di cose che uno si dimenticava esistessero, tipo il partito di D’AntoniDemocrazia Europea), con particolare attenzione agli abbozzati tentativi di modifiche costituzionali, culminati nel (fallito) referendum dello scorso dicembre (“quello della felice concordia di cui avevano dato prova i padri costituenti, dai liberali ai socialisti e ai comunisti passando per i democristiani, era in buona sostanza una leggenda costruita da una memoria selettiva e accomodata”, si legge nella parte più interessante del pamphlet, dedicata a quello che senza problemi chiamerei feticismo costituzionale).

A giustificare i tentativi renziani di cambiare una volta per tutte questo paese e far gettare il cuore oltre l’ostacolo contribuisce certamente la frase di Max Weber che Salvadori cita verso la fine della missiva:

Non si realizzerebbe ciò che è possibile se nel mondo non si aspirasse all’impossibile

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: