Skip to content

bounced back

16 maggio 2017

9780553447088_0_0_300_80In attesa che esca il libro colla versione di Hillary di cui si parla qui, la lunga fase di analisi della sconfitta democratica alle presidenziali statunitensi del novembre 2016 con la vittoria di Donald Trump può iniziare da Shattered – Inside Hillary Clinton’s doomed campaign di Jonathan Allen ed Amie Parnes (al loro secondo libro su Clinton).

Nato da interviste anonime con membri dello staff clintoniano (e quindi con il facile sospetto di essere a tratti frutto di ‘giornalismo creativo’, come i retroscena della politica italiana o i libri di Bruno Vespa, con tanto di pensieri attribuiti ad alcune persone), individua le cause del tracollo della candidatura di Hillary in primis nella superficialità con cui fu, dal marzo del 2015, affrontata la questione del server privato, nella costante preoccupazione per una possibile candidatura di Joe Biden rispetto alla reale candidatura di Bernie Sanders e nell’incapacità di intercettare l’elettorato maschio e bianco di posti come il New Hampshire (“after having been the candidate of the white working class in a 2008 race against a black opponent, she was becoming anathema to them“).

Poi ci sono divertenti aneddoti (come quando Hillary voleva farsi intervistare da Bianna Golodryga e si trovò intervistata da Brianna Keilar) ed un senso di scoramento generale, considerato che ora ci ritroviamo con questo buffone che per farsi bello condivide informazioni sensibili colla Russia

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: