Skip to content

angels in australia

20 aprile 2017

81Tmqy9iKIL._SY550_Nel caso che uno si voglia deprimere, non c’è niente di meglio che Holding the man, il film di un paio di anni fa tratto dall’autobiografia di Tim Conigrave, a sua volta adattato a pièce teatrale una decina di anni fa e di enorme successo nella nativa Australia.

Il film racconta i quindici anni di storia d’amore di Tim John, iniziata in un liceo gesuita di Melbourne e proseguita attraverso l’omofobia dell’Australia degli anni ’70-’80 (cui l’ossessione per gli ABBA pare non aver insegnato granché), fino al drammatico finale legato all’HIV/AIDS, al tempo in cui una diagnosi equivaleva ad una sentenza di morte (ed accade così anche oggi, appena si esce dagli stretti confini del nostro medicato occidente).

Il tutto è un po’ straniante (per l’accento australiano cui si è poco abituati e per la discutibile scelta di far interpretare agli stessi attori – per altro bravissimi – la parte da trentenni e quella da diciassettenni), ma non abbastanza da non coinvolgere emotivamente lo spettatore.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: