Skip to content

una canzone a caso – 385

9 febbraio 2017

220px-chersuayt

CherSave up all your tears

Tra i milioni di cose che non sapevo c’era anche il fatto che Save up all your tears fu originariamente incisa (nell’indifferenza generale) dalla sempre simpatica Bonnie Tyler ma per me la versione definitiva resta quella che Cher fece nel suo album del 1991, Love hurts.

In un’intervista di qualche tempo fa a proposito di BelieveCher notava che nella prima strofa può anche sembrare triste ma, giunta alla seconda strofa, tira fuori le unghie e fa capire perfettamente al maschietto di turno che non starà a perdere tempo per lui, cosa che avviene anche in questa canzone: all’inizio lui è cattivo e lei vittima lamentosa (a heart must be the one thing you were born without / I’ve been wasting my time / I don’t know where I’ll sleep tonight) ma non ha neanche bisogno di arrivare alla strofa successiva e subito fa capire di che pasta è fatta (You say that you can do without me / Go ahead now try and live without me) e tutta la canzone è un crescendo di auto-affermazione:

Praticamente è la versione rock di un incrocio tra I will surviveYou think you’re a man: epica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: