Skip to content

aka foxy knoxy

23 ottobre 2016

amanda-knox-netflix-movie-poster-inline-today-16098_39f3795e29b5dde8acdfd9d0f646dd9e-today-inline-largeIl ‘giallo’ di una studentessa inglese uccisa nella ridente provincia italiana ed i sospetti che si concentravano su una sua coetanea americana, il suo fidanzatino tonto e degli immigrati, non potevano, ahimè, non suscitare morbosi interessi, anche al di là della verità processuale.

Ragion per cui, anni fa uscì un risibile instant movie mentre è da qualche settimana arrivato su Netflix un documentario, Amanda Knoxche si basa su nuove interviste ai protagonisti della storia (non i parenti della vittima, che hanno declinato l’invito a comparire) e presenta filmati inediti che ricostruiscono la vicenda, una di quelle storie – tante, purtroppo – in cui il sistema giudiziario italiano non fa esattamente una bella figura – ed il fatto che l’Italia sia patria del diritto è un’aggravante, non una giustificazione.

Ed ingiustificabile resta il comportamento dei media all’epoca, guidati da uno sgradevolissimo giornalista che passa tutto il documentario ad autocompiacersi del suo disgustoso lavoro, teso a scavare nel torbido pur di ottenere contatti internet o vendere carta straccia. Mi piace sapere che il concetto di ‘giuria popolare’ non sia così presente nel nostro ordinamento, perché vivo con terrore l’idea di un processo in cui essere francamente antipatici potrebbe portare ad una condanna…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: