Skip to content

from genoa to benghazi and back

23 luglio 2016

91RP0XZpprL._SL1500_La seconda stagione di The newsroom (qui la prima) sviluppa un intrigante arco narrativo: la redazione dell’ACN (il fittizio canale all-news attorna al quale ruota la serie) riceve una soffiata su un’operazione dell’esercito americano in Pakistan nella quale, per liberare dei marines finiti in mano a dei Talebani in procinto di consegnarli ad al-Qaeda per una decapitazione pubblica, sarebbe stato usato, in violazione di qualsiasi accordo internazionale e della stessa legge federale statunitense, del gas sarin, gas che, teoricamente, gli Stati Uniti non dovrebbero neanche possedere.

Lo scoop è importante, ma all’ACN hanno bisogno di altre conferme e fonti e la stagione è spesa a metterse insieme le tessere di un puzzle che sembra confermare la soffiata originale, nell’ormai abituale contesto di vicende drammatiche (l’esperienza di Maggie in Uganda) e comicheggianti (Jim che segue la campagna di Romney in New Hampshire) cui la scrittura di Sorkin ci ha abituati almeno dai tempi di The west wing.

Grande televisione, come sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: