Skip to content

maturità 2016 – 1

22 giugno 2016

Anche quest’anno non sono in commissione ed ho quindi più tempo per guardare con calma le tracce (oggi italiano, domani greco e lingue classiche).

Un po’ come quando uscì il testo di Magris, alcuni si dicono perplessi per la scelta di un testo non marcatamente letterario (ma ricordiamo sempre che la legge parla genericamente di ‘testo’, per cui potrebbe anche essere uno scontrino di Burger King o un comunicato delle BR), nello specifico un estratto (tagliuzzato qua e là) apparso in Sulla letteratura di Umberto Eco. I tagliuzzamenti vari fanno sì che il testo condensi in poche righe temi un filino impegnativi (la proficua inutilità della letteratura, l’importanza della letteratura nella storia della lingua, la questione dell’interpretazione e dei suoi limiti) ma i ggiovani non dovrebbero aver incontrato molte difficoltà nel ‘riassumere brevemente il contenuto del testo’, come chiedeva la prima parte. Nella parte teoricamente più tecnica di analisi del testo c’era solo un punto specificatamente analitico (e buono per qualsiasi stagione: “analizza l’aspetto stilistico, lessicale e sintattico del testo”), il resto erano domande di comprensione (sulla ‘valenza’ o il ‘significato’ di un’affermazione) ed il consueto spazio per approfondimenti legati ‘ad altri testi ed autori del Novecento a te noti’ o, Dio ce ne scampi, ‘alla tua personale esperienza’.

Mi è piaciuto di più il saggio breve sul rapporto padre-figlio nelle arti e nella letteratura del Novecento, in cui ai ggiovani sono stati presentati tre padri un filino sgradevoli (il padre-assassino di Saba, i padri severi e freddi di Kafka e Tozzi – che curiosamente citavamo l’altro giorno) ed un solo padre affettuoso (quello parabolico, riletto da Il figliol prodigo di De Chirico, ma tanto i ggiovani non sanno la parabola per cui avranno trovato inutile il quadro), mentre stupisce l’assenza di riferimenti, per quanto banali, a Freud. I miei studenti sono più piccoli ma hanno letto questo ed avrebbero fatto un figurone.

Solo due documenti per l’ambito socio-economico, di cui uno (la voce dell’Enciclopedia dei ragazzi Treccani) meramente didascalico e l’altro non proprio trasudante attualità (un discorso di Robert Kennedy del ’68), il tutto sulla valenza reale del Prodotto Interno Lordo per misurare il ‘benessere’ di un paese. Negli anni 2000 andava di moda parlare di Indice di Sviluppo Umano, no?

L’altro giorno riflettevo sul fatto che la natura, praticamente, non esiste, e che il bel paesaggio di un uliveto (stavo a sud di Roma) è ‘naturale’ tanto quanto una massiccia distesa di cemento; con gioia dunque scopro che il tema (di ambito storico-politico!) è proprio sul paesaggio e che quasi tutti i documenti non sono prodotto di fricchettoni vegani (“il paesaggio italiano non è solo natura”, “frutto dell’instancabile sovrapporsi di azioni umane”, “intreccio tra una grande natura e una grande storia”). Come questo potesse essere declinato secondo coordinate storico-politiche sarà stata la principale difficoltà, a pelle.

Un po’ scontato il tema di ambito tecnico-scientifico (L’uomo e l’avventura dello spazio) e prevedibile quello di argomento storico (sul primo voto delle donne per il Referendum monarchia/repubblica, 70 anni fa), mentre il tema più bello è, curiosamente, quello di argomento generale, che partiva da una lunga citazione sull’idea di confine/frontiera – e qua non capisco bene perché il Ministero, che prima dà del TU agli studenti (nelle consegne della tipologia B), passi ora ad un algido “il candidato rifletta”, che manco negli anni ’50.

In tutto questo, ho scoperto che c’è tutto un dibattito sulle ‘bombe delle sei non fanno male’ in Notte prima degli esami di Antonello Venditti, con prospettive extraparlamentari o dolciarie, il che aiuta non poco a relativizzare il tutto.

(a domani, con la versione!)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: