Skip to content

una canzone a caso – 315

15 giugno 2016

9407602New Order, Regret

Dopo la pubblicazione del loro capolavoro (Technique, 1988) cominciarono a farsi più fitte le voci di uno scioglimento dei New Order, considerato che i rapporti fra di loro stavano diventano sempre più critici e nessuno avrebbe immaginato che nel 2016 sarebbero stati ancora fra noi (per quanto senza un membro).

Si restò ugualmente stupidi nello scoprire che erano sopravvissuti a Technique quando, nella primavera del 1993, arrivà Republic, un disco di poco inferiore al precedente, anticipato da una delle loro più grandi canzoni, Regret:

(video romano, tra l’altro)

Regret è un capolavoro, perché la musica è indecisa tra il pop, il rock e l’elettronica, e per quel fantastico senso di libertà (a sudden sense of liberty, dicevano in True Faith, ancora più capolavoro, se possibile) con cui si apre, là dove dovrebbero esserci solo rimpianti e rimorsi:

Maybe I’ve forgotten the name and the address
Of everyone I’ve ever known
It’s nothing I regret
Save it for another day
It’s the school exam and the kids have run away

Che poi diventa farsa surreale, come quando hanno partecipato a Baywatch (!):

Just wait till tomorrow
I guess that’s what they all say
Just before they fall apart

La vita, in 4 minuti ed 11 secondi.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: