Skip to content

before beyond

8 giugno 2016

9781439194874_0_200_0_0In attesa del nuovo film di Star Trek (Beyond, a luglio, pare) ho iniziato il doveroso ripassino della (discutibile, eh) rilettura dalla saga ad opera di JJ Abrams, a partire dal primo dei suoi Star Trek (2009).

Ma, dato che il film l’avrò visto tre o quattro volte, mi sono dato alla novelization, cioè al romanzo che ne ha tratto Alan Dean Foster .

L’idea della novelizzazione (?) di un film non è nuovissima (nel caso di Star Trek già negli anni ’70 apparvero riduzioni letterarie di puntate della serie originale) ed è una di quelle cose che sa un po’ di paradosso (va bene trarre film da libri, ma libri da film pare una cosa un po’ insulsa e, mentre da grandi libri sono stati tratti grandi film, non ho notizie di una novelization che sia uscita dal limitato giro dei feticisti del film da cui deriva); la scelta di affidarla ad un veterano della fantascienza come Foster è però stata azzeccata (l’autore conosce Star Trek da decenni, e fu sua la riduzione letteraria del primo film di ST, quello del 1979), perché conosce chiaramente i personaggi e riesce a trovare un difficilissimo equilibrio tra la loro vecchia versione e quella abramsiana, con qualche sprazzo di scrittura ben riuscita e riferimenti all’universo trekkiano che ben conosciamo.

Ha scritto anche l’adattamento di Into Darkness, per cui il ripasso è solo all’inizio…

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: