Skip to content

#fearTWS – 2.6

25 maggio 2016

Ad essere sinceri, lo spin-off di The Walking Dead non sta funzionando benissimo (tranne qualche eccezione), un po’ perché i personaggi non sono particolarmente coinvolgenti ed un po’ per il rischio, sempre dietro l’angolo, di replicare topoi narrativi della serie madre.

Esemplare quello che accade nel sesto episodio, Sicut cervus (titolo latino! non ho capito perché! e non sono il solo!); come ricorderete (con orrore) la seconda stagione di The Walking Dead era quasi tutta (noiosamente) ambientata in una fattoria – ricordiamo comunque che produsse momenti entrati nell’immaginario collettivo:

b99d0089645351897dd0b216235ef2a3

Anyway, alla fine saltò fuori che il fienile era pieno di zombies perché il buon vecchio Hershel era convinto che prima o poi sarebbero guariti (dalla morte?). Ecco, in Sicut Cervus i nostri eroi arrivano in Messico (non mi è chiarissimo dove abbiano lasciato la barca) e c’è subito la cuoca di Dallas che tiene zombies in veranda in un perenne dìa de muertos.

E non è finita: TWD è pieno di preadolescenti con episodi psicotici (il già citato Carl, l’inquietante Lizzie) e qui abbiamo subito adolescenti con episodi psicotici (Chris) – ok che nel contesto mi pare comprensibile cadere nella psicosi, ma rifare in peggio The Walking Dead non mi sembra una brillante idea…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: