Skip to content

terrific and tremendous

22 aprile 2016

copj170-1Ho iniziato la trilogia che Robert Harris ha dedicato a Cicerone quando si dava abbastanza per scontato che la candidatura di Donald Trump alla primarie repubblicane fosse destinata a sgonfiarsi e che Bush (Jeb!) ce l’avrebbe fatta; ho letto il secondo volume sotto Natale, con Trump primo in tutti i sondaggi ma non ancora sottoposto alla prova delle primarie.

La trilogia giunge al termine col recente Dictator, letto con Ted Cruz diventato il candidato dell’establishment (!) e Trump inquietantemente lanciato verso la nomination, oltre che davvero paragonato a Cicerone (la mia timeline di Twitter è piena di classicisti scandalizzati) – sinceramente, a prendere spunto dal romanzo e dalla storia romana del I secolo aC, se proprio vogliamo trovare un analogo latino di Trump, pensarei piuttosto a Clodio, no?

Mentre dunque gli Stati Uniti paiono entrare nella loro ‘notte della repubblica‘ con Trump trionfante a New York, il romanzo si apre con Cicerone in fuga da Roma e raggiunto dalla notifica dell’esilio; qualche mese dopo, il nostro farà ritorno nell’urbe giusto in tempo per un paio di arringhe memorabili (la Pro domo sua e soprattutto la pro Caelio, in cui ha un certo ruolo la sempre affascinante Clodia), quando il triumvirato si rinforza (con gli accordi di Lucca del 56) e si pare essere arrivati al punto di non ritorno.

Dopo una parentesi dedicata alla filosofia (sono gli anni in cui compone il De re publica), Cicerone assiste impotente all’ascesa di Cesare e diventa, da protagonista che era stato, mero spettatore di una storia nella quale il suo ruolo è ormai marginale, per quanto si illuda di poter manovrare l’apparentemente ingenuo Ottaviano, dal quale subirà poi l’estremo tradimento.

Ed è proprio la triste marginalità dell’ultima parte della vita di Cicerone (il dictator del titolo è Cesare, per dire) a rendere questo romanzo il meno riusciuto dei tre, senza per questo volere sminuire una trilogia ben riuscita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: