Skip to content

alternativo a che?

11 aprile 2016

81jamK8vamL._SL1500_Per la serie compilation improbabili, The other side of the 80s ha come sottotitolo “la colonna sonora alternativa del decennio”, il che giustifica la presenza dei soliti noti (gli Smiths, i New Order, Jesus & Mary Chain, Primal Scream, Stranglers), meno quella di Duran Duran, Spandau Ballet, Pet Shop Boys, Roxette (!) ed altri, che mi paiono poco ‘indie’ anche nell’accezione più ampia del termine.

Ogni disco che comprenda The whole of the moon dei Waterboys va bene comunque e Mandinka resta una delle cose migliori di Sinead O’Connor:

E It’s a sin è sempre so good it hurts:

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: