Skip to content

buone battaglie

18 febbraio 2016

copj170Eduardo Savarese nasce professionalmente come magistrato, per poi scoprirsi lucidissimo scrittore, non solo di narrativa ma anche di una recente Lettera di un omosessuale alla Chiesa di Roma, che ho letto nei giorni in cui il Parlamento sta decidendo per cosa finire nei libri di storia, come diceva Francesco Costa.

A prescindere da come stia andando (per le lunghe, direi), il libretto di Savarese è un testo densissimo, una profonda analisi di sé e della propria esperienza, con uno sguardo sorprendentemente tradizionalista (Savarese pare leggere per interesse personale Teresa d’Avila, per dire) ma umanamente evangelico, dal quale resta una sensazione di incompletezza, in fondo voluta, perché, credo, questo è il senso di ogni profonda esperienza umana.

Ed allo sguardo di Dio certamente non conterà chi tu abbia amato, ma che tu abbia amato.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: