Skip to content

1989 never went out of style

27 settembre 2015

ryan-adams-1989-cd-350x350Una decina di anni fa Morgan rifece nota per nota un album di De André, con risultanti decisamente discutibili, considerato l’approccio pseudointellettualistico dell’uno rispetto alla reale poeticità dell’altro.

Non so se ci sia dietro la stessa idea, ma Ryan Adams (!) ha appena rifatto 1989 di Taylor Swift (!!) e la cosa è oggettivamente curiosa, non solo perché uno non vede l’ora di sentirlo lamentarsi della sua storiella con Harry degli One Direction o prendersela con gli haters come una Demi Lovato qualsiasi.

1989 è un album immacolatamente pop, e l’approccio di Adams poteva andare dalla totale dissacrazione (e farne una versione trash metal) alla parodia, ed invece ci si trova di fronte ad un disco che ha ancora più senso del materiale originale.

Le cose migliori sono le stesse del modello e così uno si ritrova con Style che pare un singolo perduto degli U2 e Welcome to New York che, se si chiamasse Welcome to New Jersey, sarebbe un capolavoro di Bruce Springsteen:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: