Skip to content

parigi val bene un funerale

8 settembre 2015

91ZY7rdJ+PL._SL1500_Pian piano Vikings si sta rivelando una serie notevole, con una trama avvincente e, tutto sommato, una certa verosimiglianza storica (non molto pronunciata, va detto, nelle faccende religiose o filologiche – ad un certo punto Athelstan passa dall’amministrare la confessione come un manuale controriformista con 7 secoli d’anticipo ad avere esperienze misticheggianti come un evangelico dell’Alabama e, ma dovrei controllare, non mi pare enormemente verosimile la supposta diffusione delle Odi di Orazio nell’Inghilterra del IX secolo, di cui citano il Carpe diem).

La terza stagione è in gran parte occupata dalle vicende di Francia (anzi, come correttamente pronunciano, di Franchia), quando i Vichinghi attaccano Parigi (che all’epoca è solo l’Île de la Cité) e Ragnar si rivela graziosamente subdolo, per quanto malaticcio.

In tutto questo, sto cominciando a capire un po’ di proto-lingua d’oil, se è quella che parlano i Franchi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: