Vai al contenuto

una canzone a caso – 223

5 settembre 2015

Pulp-Common-PeoplePulp, Common people

Common people dei Pulp è decisamente più di una ‘canzone’, è un saggio socio-culturale di proporzioni enormi e, come tutti i testi di Jarvis Cocker meriterebbe di essere raccolto in un libro (e lo è – Mother, brother, lover è un libro che raccoglie i suoi testi). Questo è il video, che ha il difetto di essere stato fatto sull’edit della canzone, perdendo così strofe, come vedremo, essenziali:

La versione originale della canzone, di un paio di minuti più lunga, sta qua:

La canzone racconta dell’incontro del narratore con una fanciulla greca di buona famiglia (she told me that her dad was loaded) che studia nella sua stessa scuola (She studied sculpture at Saint Martin’s College) e che, dopo trenta secondi, gli esprime il suo desiderio di vivere come una persona ‘normale’ – pare si parli di ‘turismo di classe’, quando cioè persone di una classe sociale elevata trovano ‘divertente’ vivere come i poveri

I want to live like common people,
I want to do whatever common people do,
I want to sleep with common people,
I want to sleep with common people,
Like you

Beh, intanto pare che abbiano scoperto chi era la fanciulla: la moglie dell’ex ministro greco delle Finanze, Yanis Varoufakis. No, DAVVERO.

Tornando alla canzone, lui sta al gioco e la porta in un supermercato (I took her to a supermarket, / I don’t know why, / But I had to start it somewhere, / So it started there) e la invita a fare finta di non avere soldi, cosa che lei trova spassosa – lui meno:

I said pretend you’ve got no money,
She just laughed and said,
“Oh you’re so funny.”
I said “Yeah?
Well I can’t see anyone else smiling in here

I tentativi di lei di vivere l’esperienza verista della povera gente restano però falsi ed impraticabili – puoi anche vivere in affitto in due stanze, tagliarti i capelli e trovarti un lavoro, fumare sigarette e giocare a biliardo e far finta di non essere mai andata a scuola, ma sai bene che basta una telefonata a papà per farla finita; non sarai mai come noi:

You’ll never live like common people,
You’ll never do whatever common people do,
You’ll never fail like common people,
You’ll never watch your life slide out of view,
And dance and drink and screw,
Because there’s nothing else to do

E ancora:

You will never understand
How it feels to live your life
With no meaning or control
And with nowhere left to go.
You are amazed that they exist
And they burn so bright,
Whilst you can only wonder why

Ed insomma, la ragazza deve stare attenta:

‘Cause everybody hates a tourist,
Especially one who thinks it’s all such a laugh

Perché nella vita delle persone normali c’è poco di cui stare allegri.

C A P O L A V O R O

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: