Skip to content

indigestione di madeleines

20 agosto 2015

copE’ stato grazie a Il pendolo di Foucault di Umberto Eco che mi sono trovato spocchiosamente secchione – il momento clou fu quello in cui, nel leggere il romanzo, mi imbattei in un lungo dialogo fra personaggi, in cui uno, particolarmente verboso, fa lunghe osservazioni e l’altro può solo interloquire con uno stanco “Sì, o Socrate“, e lo trovai enormemente divertente.

Il gusto della citazione è, banalmente, una caratteristica della sua scrittura, portata all’estreme conseguenze ne La misteriosa fiamma della regina Loana, in cui quello che è chiaramente un alter ego biografico dell’autore, in seguito ad un incidente, perde la memoria – non quella procedurale, per cui sa ancora come, ad esempio, lavarsi i denti, né quella a breve termine, ma semplicemente non sa più chi sia, mantendendo però il ricordo di tutto quanto ha appreso da bambino e a scuola, una memoria di carta, in pratica, fatta delle letture infantili o ginnasiali, vissute durante la II guerra mondiale, che spaziano da Sandokan ad una valanga di Pascoli.

Ed allora si chiude nel solaio della casa di campagna, dove il nonno ha conservato praticamente tutto, dai vecchi vinili a 78 giri ai fumetti, dalle riviste fasciste ai romanzi di Salgari e il protagonista ripercorre così la sua infanzia ed adolescenza, recuperandole dalla nebbia (ah ri-Pascoli…) in cui erano precipitate.

Pur essendo cronologicamente lontani da me, quei ricordi si sovrappongono ai racconti di mia nonna o di mia madre, di tessere del pane e battaglie del grano, di Figlie della Lupa e gagliardetti, di fughe in cantina per i bombardamenti e di famiglie ebree scappate in America o sparite da un giorno all’altro.

Noi siamo i figli dei padri ammalati, tanto per citare…

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: