Skip to content

una canzone a caso – 207

9 luglio 2015

22831Rick Astley, Never gonna give you up

La storia del trio di produttori Stock Aitken e Waterman è una delle più affascinanti degli anni ’80; in un relativamente breve periodo di tempo (più o meno 1984-1990) sono stati responsabili di qualcosa come 100 singoli nella top 40 inglese di cui 13 #1, una paio di #1 statunitensi e soprattutto di aver inventato un sound inconfondibile.

Come avevamo già scritto, la storia inizia dalle parti di You think you’re a man di Divine, prosegue con You spin me round dei Dead Or Alive e raggiunge il trionfo con Venus delle Bananarama, e questo senza contare i loro artisti di maggior successo: Kylie Minogue e, con maggiore evanescenza, Jason Donovan e Rick Astley.

Con Rick Astley fecero in realtà solo due dischi (1987-1988: poi i rapporti si incrinarono e Rick volle andare per altre strade – il suo terzo album, del ’91, si chiamava Free – per quanto meno redditizie) che hanno entrambi momenti geniali (Together forever, Till then), ma il fanciullo sarà principalmente ricordato per il vocione, il fatto di non sapersi muovere e la perfezione assoluta del suo primo singolo:

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: