Vai al contenuto

toh, per una volta il dibattito non è sul crocifisso in aula

25 Maggio 2015

copSu La Buona Scuola si può dire di tutto, nel bene e nel male, ma nelle ultime settimane quello che colpisce è come la disinformazione si diffonda a macchia d’olio, sulle cose grandi ed anche su quelle piccole; ad esempio, da un po’ passo un sacco di tempo a spiegare molto semplicemente ai ggiovani che nel Disegno di Legge non si parla mai, ma proprio mai, di “abbreviare le vacanze scolastiche”.

Da dove sarà nata, uno si domanda, questa leggenda metropolitana? Premesso che la “polemica” c’era già stata anni fa (La rivoluzione delle vacanze corte sta per cominciare, era il febbraio del 2008) e stiamo ancora aspettando (Lazio primo a partire, titolavano), credo sia iniziato tutto quando un ministro (attenzione! non quello dell’Istruzione) buttò lì una cosa, prontamente ripresa dai giornali che scrivevano cose come “governo pronto a tagliare“, “crociata contro le vacanze estive“, “Renzi vuole tagliare le vacanze” (in un articolo in cui non appaiono le parole “tagliare” e “vacanze” e di sfuggita appare “Renzi”), “il tema è ufficialmente nel mirino del ministro del Lavoro” (nel titolo poi si parla di un “DDL sparito” – immagino ritrovato, visto che è appena stato votato dalla Camera) e così via.

A voler appurare bene le cose (e pochi degli articoli generalisti che ho trovato lo fanno), credo che la questione ruoti intorno all’art. 4 del Disegno di Legge (credo che questo sia il testo approvato dalla Camera e di prossima discussione al Senato), che regola i percorsi di alternanza scuola-lavoro attualmente già presenti, con modalità a me ignote, negli istituti tecnici e professionali; il DDL prevede che tali percorsi si svolgano anche nel triennio dei licei, per un totale di 200 ore (cioè 66,6 ore all’anno) e (art. 4, comma 3) che tali percorsi possano essere svolti “durante la sospensione delle attività didattiche nonché con la modalità dell’impresa formativa simulata” (ah, cosa sia “l’impresa formativa simulata” non c’è scritto, ma magari lo sanno tutti tranne io).

Tralasciando la mia domanda di fondo (ma esattamente quale alternanza scuola-lavoro verrebbe offerta agli studenti di un liceo?), stiamo parlando di 66 ore all’anno, cioè una decina di giorni di scuola che potrebbero essere svolti, per dire, nella seconda decade di giugno e nella prima di settembre, lasciando pressoché immutato il calendario scolastico (altro che “un solo mese di vacanza”). Da qui a fare una crociata contro le vacanze ce ne vuole, oltre al fatto che parrebbe che il ministro del Lavoro non si fosse accorto di quanto prevedeva un DDL del governo di cui fa parte.

Avrete fatto caso che, tranne qualche dubbio sulla reale praticabilità del tutto, non prendo granché posizione sulla questione, perché quello che mi ha colpito è la superficialità con la quale la stampa ha affrontato il tema, con titoli che danno per deciso quanto detto di sfuggita, gonfiano a dismisura la portata delle affermazioni, costruiscono ‘polemiche’ tagliando/incollando comunicati stampa per poi dimenticarsi della questione e passare alla successiva querelle du jour.

Ecco, di cose così (complotti per uccidere Obama, padri che vogliono far bocciare il figlio per colpa della legge Fornero, agende di Paolo Borsellino, foto di Elizabeth Taylor nuda, papi che escono di notte dal Vaticano) parla Notizie che non lo erano di Luca Sofri e spiega, meglio di me, quanto la stampa italiana sia sciatta, superficiale ed essenzialmente indifendibile…

One Comment leave one →
  1. 25 Maggio 2015 8:37 PM

    quanto la stampa italiana sia sciatta, superficiale ed essenzialmente indifendibile… fatta di copia e incolla e di ritagli sbagliati! aggiungerei

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: