Vai al contenuto

stvoy 7

8 Maggio 2015

11ade49b03005056ae0fc5Ed eccoci alla fine di tutto Star Trek Voyager (avevamo cominciato qua ed eravamo arrivati alla sesta stagione)…

La settima stagione non comincia sotto i migliori auspici (tutta la vicenda di Unimatrix zero, con l’universo onirico dei Borg, è quello che succede quando gli autori credono che i Borg funzionino sempre anche se le idee sono finite da un pezzo) ma poi si riprende e nell’insieme ci sono episodi ben fatti:

– Crital care, in cui il dottore olografico finisce in una società distopica in cui gli ospedali curano i pazienti non a seconda della gravità della loro malattia ma a seconda del loro status di utilità sociale. Efficiente, ma un filino discutibile dal punto di vista etico, diciamo

Flesh and blood, con il sempre gradito ritorno degli Hirogen, anche se tutto il sub-plot dei diritti degli ologrammi mi pare un po’ insulso (vedi anche Author author)

Q2, perché personalmente adoro tutte le puntate con Q, a maggior ragione quelle col figlio di Q (q, parrebbe)

Friendship one, in cui il Voyager si imbatte in una vecchia sonda terrestre e nelle impreviste conseguenze del suo arrivo dall’altra parte della Galassia…

– Endgame; il finale della serie non è esattamente la cosa più originale di tutto Star Trek (borg e viaggio nel tempo come in First Contact, no?) ma è una bella storia su cose come promesse, fedeltà ed amicizia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: