Vai al contenuto

una canzone a caso – 161

20 febbraio 2015

75678261428_p0_v1_s260x420

The Three Tenors, Singin’ in the rain

In un contesto in cui la moda del momento è prendersela coi fanciulli de Il Volo (il leitmotiv è che sarebbero ‘ingrati’, vedi qui e qui), è forse opportuno ricordare che non è colpa loro.

Fra i tanti orrori dei Mondiali di Calcio di Italia 90 bisogna infatti ricordare (oltre alla mitica ferrovia che non esiste) anche il primo concerto dei ‘tre tenori’, cioè José Carreras, Placido Domingo e Luciano Pavarotti che, oltre che portare Nessun dorma ai primi posti delle classifiche inglesi, sdoganò un terrificante ibrido lirica/pop che, oltre ad averci dato pure Bocelli, ha regalato perle come questa Singin’ in the rain, qui ai mondiali del ’94 (ad un certo punto tutti i Mondiali ebbero il concerto dei tre):

Il punto essenziale credo fosse il fatto che ‘le masse’ conoscessero al massimo tre-quattro arie liriche (Libiamo, la marcia trionfale dell’Aida, qualcosa della Carmen tramite la pubblicità di un detersivo e la già citata Nessun dorma, il cui ‘vincerò’ viene sempre utile per eventi sportivi), per cui, per riempire un concertone, si decise di contaminare i generi, con (prevedibili) risultati imbarazzanti.

A dover di cronaca, ricordiamo che un paio di anni prima Freddy Mercury aveva davvero fatto un intero album con Montserrat Caballé, senza però raggiungere le masse ed entrare nell’immaginario collettivo, a differenza di cose come il Pavarotti International, nelle quali era davvero possibile vedere le Spice Girls cantare Viva forever con Luciano Pavarotti:

Detto questo, è facile spiegare Il Volo, il fatto che fossero chiamati “i tre tenorini” (sebbene chi ne sa più di me nota che non sono tutti e tre tenori) o che si trovassero a loro agio nel regno scoppiettante di gente come Antonella Clerici e si può anche perdonare il video di Grande amore, che contamina – già che ci sta – anche il cinema di consumo (Ghost, Ritorno al futuro ed uno Spiderman, mi pare di capire):

L’occhiolino che Gianluca fa a 2:14, compiaciuto di aver detto “far l’amore” in tivvù, non è perdonabile, però.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: