Skip to content

marco! polo!

3 febbraio 2015

MV5BMTcwMDU5NzMzOV5BMl5BanBnXkFtZTgwNzk5NTE0MzE@._V1_SY317_CR0,0,214,317_AL_Da qualche anno Netflix, oltre che distribuire materiale di emittenti tradizionali, promuove serie originali, talora con grandissimo successo (House of cards, Orange is the new black, per dire), talora con risultati un po’ imbarazzanti.

E’ il caso dei 10 episodi di Marco Polo, il cui primo riferimento televisivo è il Marco Polo del 1982 che ricordo con affetto da bambino e che scopro essere disponibile in dvd (quando ero giovane si chiamavano ‘sceneggiati’), in cui Il milione veniva adattato in maniera dignitosa, pur non filologicamente corretta.

Il nuovo Marco Polo, invece, tenta di applicare Game of thrones alla Cina del XIII secolo, campo di battaglia tra i mongoli di Kublai Khan ed una dinastia cinese in crisi (l’imperatore ha tipo 2 anni), solo che mentre Game of thrones riesce a far appassionare ai personaggi, le cui azioni influenzano la storia, qui il giovane Marco (interpretato dall’italiano Lorenzo Richelmy) tende a stare fermo da una parte mentre intorno a lui succedono cose di cui è solo spettatore – passa la maggior parte del tempo ad imparare il kung fu da un maestro cieco che riesce a tagliare la frutta in quattro (sì, è Fruit Ninja) o, quando si impegna, inventa la catapulta.

Netflix ha comunque fiducia nel progetto, visto che è stato rinnovato per una seconda stagione…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: