Skip to content

una canzone a caso – 153

11 gennaio 2015

John-Lennon-Imagine---Enhance-148609

John Lennon, Imagine

Mi pare di ricordare che dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 (se non il giorno stesso), MTV (per lo meno quella italiana) iniziò a trasmettere a rotazione il video di Imagine, perché, evidentemente, qualcuno avrò pensato che avesse voluto significare qualcosa:

Parlare male di Imagine (canzone notoriamente celebrata come una delle cose più significative mai scritte) può sembrare sofistico, ma, volendo, c’è una certa ipocrisia in un milionario che si augura la scomparsa della proprietà privata (imagine no possessions), una qualche banalità (è facile immaginare un mondo migliore, quindi non si vede bene perché lui dubiti delle nostre capacità immaginative, I wonder if you can), facili concessioni al qualunquismo riduttivo (Imagine there’s no countries / It isn’t hard to do / Nothing to kill or die for / And no religion too) ed una melodia sdolcinata (ne parlano ad esempio qui), senza bisogno di definirla comunque un inno marxista (I cringed when I saw scores of CHILDREN singing Lennon’s Marxist anthem in the CLOSING CEREMONIES of the London 2012 Olympics, leggo), per quanto sia divertente scoprire quale dibattito può suscitare in certi ambienti destrorsi.

Spiace che lo si ricordi per Imagine, quando ha oggettivamente scritto di meglio…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: