Skip to content

il dio del massacro

19 novembre 2014

carnageSospetto che Carnage di Roman Polanski creda di essere un film migliore di quanto effettivamente sia.

Basato su una pièce teatrale, ne mantiene la struttura, con un soffocante rispetto dell’unità di luogo (il film si svolge, tranne un esterno iniziale e finale, tutto in un appartamento di New York) ed i tempi (gli 80 minuti della pellicola corrispondono agli 80 minuti della vicenda).

Due coppie (una un po’ upper class, l’altra mediocremente piccolo-borghese con, da parte della moglie, aspirazioni elevate) si incontrano per discutere un incidente accaduto tra i rispettivi figli undicenni (uno ha dato dello spione all’altro, che gli ha quindi rotto un paio di incisivi, ‘armato’ di un ramo) e la cosa rapidamente degenera in un triangolo di contrapposizioni: le due coppie una contro l’altra, i maschi contro le femmine, ogni moglie contro il proprio marito, quasi a dimostrare che qualsiasi combinazione di ‘società’ porti necessariamante al massacro del titolo.

Jodie Foster recita bene e Polanski è un bravo regista, ma sono cose scontate e non bastano per fare di Carnage un grande film…

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: