Vai al contenuto

stvoy 1

22 ottobre 2014

3363381_300x300_1Mentre Deep Space Nine muoveva i primi passi, nel 1994 la Paramount commissionò a Rick Berman una nuova serie di Star Trek, che doveva essere meno ‘dark’ di DS9 e tornare allo ‘spirito’ dell’originale o di The Next Generation, senza diventarne brutta fotocopia e che debuttò l’anno dopo.

L’idea fu dunque di creare una nuova nave ed un nuovo equipaggio (con un capitano donna, Kathryn Janeway) ma di ambientare il tutto non nell’angolo di galassia a noi noto ma nell’inesplorato quadrante delta, dove il Voyager si ritrova involontariamente; a rendere teoricamente intrigante la situazione è anche la circostanza per cui l’equipaggio della nave è in parte composto da dei maquis (un gruppo di ‘ribelli/terroristi’ già introdotti in DS9), poco propensi alla collaborazione con la Flotta Stellare – peccato che lo spunto venga risolto a fine stagione (Learning curve), senza avere poi grandi conseguenze.

La prima stagione fa un po’ da introduzione ai personaggi, che all’inizio risultano alquanto stereotipati (il ribelle Tom Paris, il vulcaniano Tuvok, la mezzo-klingon con problemi di adattamento B’Elanna Torres, il nativo-americano Chakotay, il giovincello Harry Kim – meglio passare sotto silenzio Kes e soprattutto Neelix) e sinceramente non è la cosa più riuscita di ST (alcuni episodi comunque meritano, come Phage, Eye of the needle e Jetrel), per quanto il personaggio del Dottore olografico cominci già a mostrare del potenziale…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: